Risultati con LifEscozul

Romina Soledad Quinteros - Cancro al seno- Resultados con LifEscozul™ Cancro al seno

Introduzione al caso

Il carcinoma duttale invasivo o infiltrante è il tipo più comune di cancro al seno, circa 8 su 10 sono di questo tipo. Nascono dalle cellule che rivestono i dotti e i lobuli del seno (che è la ghiandola che produce il latte materno).

Nel marzo 2018 a Romina è stato diagnosticato un carcinoma duttale infiltrante all'età di 43 anni.

Per curare la sua malattia i suoi medici le hanno rimosso un quarto del seno destro. Dopo l'intervento una TAC ha indicato che c'erano metastasi alla base delle vertebre lombari e nelle ossa che formano il bacino.

Romina aveva molti dolori lombari e sentiva il bisogno di trovare un trattamento naturale combinato con la medicina tradizionale per aiutarla a superare la sua malattia. Quando ha iniziato il trattamento con LifEscozul (la formulazione più efficace a base di veleno di scorpione blu) la sua prognosi ha cominciato a cambiare.

Diamo un'occhiata ai suoi risultati.

  • Dati clinici

    Romina Soledad Quinteros, 43 anni all'inizio del trattamento con LifEscozul.

  • Sintomatologia

    Dolore nella colonna lombare a L5.

  • Inizio di protocollo

    Marzo de 2019.

  • Specialista assegnato a Grupo LifEscozul

    Dr. Aaron Sarmiento

  • Diagnosi

    Carcinoma duttale infiltrante della mammella destra con metastasi ossee nella pelvi e nella colonna lombare.

Sfondo

Nel marzo 2018 a Romina è stato diagnosticato un cancro al seno destro, nello specifico un carcinoma duttale infiltrante.

Nel seno destro aveva due tumori: uno di 1,2 centimetri e un altro di 0,7 millimetri. Per rimuoverli, nel giugno 2018 i suoi medici hanno eseguito una quadrantectomia della zona interessata del seno, che ha comportato un ulteriore coinvolgimento dei linfonodi.

2 mesi dopo questo intervento è stato determinato che c'erano metastasi ossee nella vertebra lombare 5, nel sacro (alla base delle vertebre lombari) e nelle ossa iliache (le ossa che formano il bacino). Aveva lesioni ossee multiple tra i 29 e gli 11 millimetri. Questa diagnosi post-chirurgica implica una progressione molto rapida e aggressiva della malattia.

Nell'ottobre 2018 Romina ha ricevuto una radioterapia sulla vertebra perché aveva molto dolore e le sono stati prescritti anche diversi farmaci, questi trattamenti le hanno dato un po' di sollievo.

Mentre Romina stava vivendo questa esperienza, un'amica l'ha avvicinata e le ha parlato del Gruppo LifEscozul. Le ha parlato delle testimonianze di pazienti malati di cancro su YouTube e le ha anche spiegato che si tratta di un trattamento naturale che può essere combinato con i trattamenti convenzionali. Questo ha attirato la sua attenzione e ha deciso di contattarci.

Quando ha contattato il nostro team medico ci ha inviato tutta la sua documentazione e a marzo 2019 è stata approvata per entrare nel protocollo, iniziando così il trattamento con LifEscozul (escozul, veleno di scorpione blu, escoazul) sotto la supervisione del dottor Aaron Sarmiento.

Evoluzione con LifEscozul e risultati attuali

MAGGIO A GIUGNO 2019

Romina ha sempre mantenuto una comunicazione frequente con il nostro team medico, il che ci ha permesso di monitorare da vicino la sua evoluzione.

I risultati della TAC eseguita nel maggio 2019 hanno mostrato la comparsa di una nuova lesione ossea, quindi abbiamo proceduto ad aggiustare la dose per combattere più fortemente la malattia.

Successivamente, in una risonanza magnetica effettuata nel giugno 2019, che è uno studio molto più preciso e che ci ha anche permesso di confrontare i risultati della precedente risonanza magnetica effettuata nel marzo 2019, non erano evidenti variazioni della malattia.

A poco a poco Romina stava tornando alla sua routine quotidiana mentre la sua qualità di vita migliorava.

OTTOBRE A NOVEMBRE 2019

Nell'ottobre 2019 non c'era traccia di noduli in nessuno dei due seni e il cancro non mostrava alcuna progressione.

A novembre 2019 Romina ha fatto altri esami, riferendo che la malattia continuava a non mostrare alcuna progressione.

Il dolore si era attenuato e mentre la pandemia iniziava in questi mesi, Romina si esercitava a casa per mantenersi attiva. Il suo umore e il suo atteggiamento positivo sono rimasti intatti.

Da quando ha iniziato il trattamento con LifEscozul (la formulazione più efficace a base di veleno di scorpione blu), e allo stesso tempo ha continuato il trattamento convenzionale, ha sentito una grande differenza positiva nel suo stato di salute.

MAGGIO A LUGLIO 2020

Nel maggio 2020 Romina si è sottoposta a ulteriori studi di follow-up, che hanno mostrato ancora una volta che la malattia è rimasta invariata.

Per quanto riguarda le lesioni ossee, non ne erano apparse di nuove e quelle esistenti non erano aumentate di dimensioni.

Romina ha detto che si è sentita bene fisicamente durante questi mesi, solo a volte ha avuto dolori lombari ma questo non le ha impedito di fare ginnastica, che è un'attività che le piace molto e che la rilassa anche.

L'ultima TAC eseguita nel luglio 2020 ha mostrato di nuovo che la malattia non era progredita.

AGOSTO A OTTOBRE 2020

Gli ultimi esami a cui si è sottoposta tra agosto e ottobre 2020 hanno mostrato che il cancro non era progredito.

Durante questi mesi Romina ha continuato ad essere attiva a casa e ci ha riferito che si sentiva benissimo.

Non sembra una paziente oncologica, è una donna che rimane in buone condizioni fisiche, che sembra molto giovane per la sua età e che nonostante abbia vissuto un'esperienza così dura come quella di doversi togliere il seno, il suo carisma e la sua energia non sono stati intaccati.

Non si è ancora sottoposta alla ricostruzione del seno, ma i suoi medici le hanno detto che è meglio aspettare la fine della pandemia per salvaguardare la sua salute.

Anche se a volte ha dei dolori occasionali, non è un dolore che le impedisce di svolgere la sua vita quotidiana, anzi, quest'anno inizierà un corso di cosmetologia, che è un'altra delle sue attività preferite.

Il suo caso continuerà ad essere monitorato dal nostro team medico.

Resumen

A Romina è stato diagnosticato nel marzo 2018 un carcinoma duttale infiltrante. Nel giugno 2018 è stata sottoposta a una quadrantectomia dell'area interessata del seno, che ha comportato un ulteriore coinvolgimento linfonodale e dopo 2 mesi è stata determinata la presenza di metastasi ossee. Con questa diagnosi è stato stabilito che la sua malattia stava progredendo rapidamente e aggressivamente.}

Soffriva di costanti dolori alla schiena e i suoi medici le hanno prescritto la chemioterapia e vari farmaci.

Romina è venuta da noi a febbraio 2019 alla ricerca di un'alternativa naturale per aiutarla a continuare a combattere il cancro, e a marzo 2019 ha iniziato con LifEscozul (la formulazione più efficace a base di veleno di scorpione blu).

Con il passare dei mesi, è diventato chiaro:

  • Il cancro non ha riportato ulteriori progressi.
  • Il dolore è diminuito considerevolmente, così che Romina ha potuto esercitare senza alcun fastidio alla colonna vertebrale.
  • Non sono apparse nuove lesioni ossee e quelle esistenti non hanno mostrato alcun progresso.

Questi risultati mostrano che il trattamento con LifEscozul (escozul, veleno di scorpione blu, escoazul) ha aiutato a fermare la progressione della malattia, permettendo a Romina di recuperare la sua qualità di vita.

Romina ha un ottimo atteggiamento nei confronti della sua malattia e ha il sostegno della sua famiglia e degli amici, il che la incoraggia ancora di più ad andare avanti.

Ha sempre mantenuto una comunicazione costante con il nostro team medico, che ci ha permesso di aggiustare le dosi di LifEscozul (la formulazione più efficace di veleno di scorpione blu) dove necessario.

Romina continuerà sotto la supervisione medica del dottor Aaron Sarmiento.

Siamo il Gruppo LifEscozul e i risultati ci definiscono.

Prossimo caso

Miguel Canali - Cancro ai polmoni- Resultados con LifEscozul™

Miguel Canali

Dall'agosto 2017 Miguel tossiva molto e non riusciva a calmarla con nessun farmaco. Nel maggio 2018 si è sottoposto a una biopsia e gli è stato diagnosticato un cancro ai polmoni, e secondo i suoi medici c'erano pochissime possibilità di sopravvivenza. Vedere di più