Cancro al timo

Il timo è un organo situato sotto lo sterno. Fa parte del sistema linfatico ed è responsabile della produzione di globuli bianchi chiamati linfociti che aiutano a combattere le infezioni. Il cancro al timo è una malattia in cui ci sono cellule cancerose che rivestono l'esterno dei tessuti del timo.

LifEscozul® - Cancro al timo

Le cause esatte dello sviluppo del cancro del timo non sono ancora state chiarite. Tuttavia, è stato dimostrato che ci sono diverse patologie del sistema immunitario o disturbi ormonali che si manifestano quando una persona presenta questa malattia. La miastenia gravis è una malattia autoimmune più comune che si manifesta nel 40% dei casi legati al cancro del timo. In alcuni casi si manifesta con lupus eritematoso, tiroidite, polimiosite, artrite reumatoide, ipertiroidismo, tra gli altri.

Escozul® può essere somministrato insieme a qualsiasi trattamento convenzionale. Escozul® cerca di lavorare non solo sul cancro ma anche sulla qualità di vita del paziente. I suoi effetti analgesici e antinfiammatori contribuiscono a migliorare la qualità della vita in circa il 65-75% dei pazienti trattati. Attraverso il suo effetto antitumorale, a seconda dello stadio, ci si aspetta uno dei seguenti risultati: poter rallentare la progressione della malattia, fermare la crescita del tumore, ridurre la dimensione delle lesioni o eliminare le lesioni tumorali.

È importante sottolineare che Escozul® non è considerato una cura per il cancro, è una medicina naturale che converte questa malattia mortale in una malattia cronica controllata, offrendo anche una qualità di vita.

Risultati in casi diversi

Tumore del timo con metastasi ossee e linfonodali. Paziente: Y.B.P. Età: 53

Un paziente con diagnosi di carcinoma del timo con metastasi ossee e linfonodali riesce a sconfiggere la malattia dopo 9 mesi di trattamento.

Y.B.P. è un paziente di 53 anni, venuto da noi nel giugno 2017 con una diagnosi di carcinoma metastatico del timo. Dopo 9 mesi di trattamento di Escozul® in combinazione con i trattamenti convenzionali il paziente è stato dimesso dall'oncologia in quanto non è presente alcuna malattia.

Riassunto del caso:

Y.B.P. è un paziente di 53 anni, venuto da noi nel giugno 2017 con una diagnosi di carcinoma del timo con metastasi multiple.

Quando abbiamo ricevuto la documentazione medica abbiamo potuto confermare che si trattava di un carcinoma del timo con metastasi ossee e adenopatie secondarie cervicali inferiori/sopraclaveari sinistre, mediastiniche antero-superiore e prevascolari. Era in attesa di un trattamento con chemioterapia e radioterapia.

Una volta che il caso è stato analizzato dai nostri specialisti, abbiamo informato la figlia della paziente su cosa aspettarsi Escozul® e le possibilità di ottenere buoni risultati.

Ogni dose di Escozul® è personalizzato, specifico per il tipo e l'aggressività del tumore. Queste dosi possono cambiare nel tempo secondo i risultati osservati nel paziente. Questo richiede una comunicazione efficace tra il paziente e il nostro team medico per permetterci di fare le raccomandazioni appropriate su diversi aspetti. Se il paziente o i membri della famiglia non mantengono una comunicazione fluida con noi, allora i risultati con il paziente non saranno buoni come dovrebbero essere Escozul® non sarà come previsto.

Y.B.P. ha iniziato il trattamento con Escozul® nel luglio 2017.

Sviluppi attuali, monitoraggio e risultati:

La comunicazione con la sorella del signor Y.B.P. è stata fluida durante il periodo del trattamento, il che è molto importante per monitorare i risultati e fare gli aggiustamenti necessari.

Nella prima TAC di controllo dell'agosto 2017, un mese dopo il trattamento, è stato osservato un aumento delle dimensioni della massa mediastinica rispetto allo studio precedente, e sono stati trovati anche due noduli secondari nei polmoni. La dose viene ora aumentata, con l'obiettivo di ottenere risultati migliori nel prossimo controllo.

A novembre 2017, nuovi studi indicano una diminuzione delle dimensioni delle linfoadenopatie sopraclavicolari.

Nel gennaio 2018, una nuova TAC del torace ha mostrato una diminuzione della massa mediastinica e delle adenopatie sopraclavicolari.

Il risultato della scansione PET inviato nel giugno 2018 descrive che non ci sono focolai ipermetabolici nella regione cervicale
Il paziente è stato poi dimesso dal suo oncologo nel suo paese d'origine. A quel punto, il paziente è stato dimesso dal suo oncologo nel suo paese d'origine ed è stato indicato un follow-up ogni 3 mesi.

Nel caso di Escozul®, rimarranno in trattamento fino a 6 mesi dopo il primo test di assenza di cancro. In quel momento possiamo anche dimettervi dal nostro protocollo.

In questo caso, l'uso congiunto di Escozul® con la chemioterapia e la radioterapia hanno permesso al paziente, nel giro di un anno, di superare la malattia e di avere una migliore prospettiva per il futuro.

Come diciamo sempre, è importante sottolineare che non è possibile generalizzare qualsiasi risultato con Escozul® per evitare di suscitare false aspettative nella gente, il Escozul® non fa miracoli. Solo lavorando insieme e comunicando costantemente possiamo mantenere le giuste dosi di Escozul® farmaci antitumorali personalizzati e funzionali.

È anche importante dire che tutte le informazioni mediche sul caso sono disponibili per la consultazione, così come il contatto con la controparte medica sia dell'oncologo che ha seguito il caso che dei nostri specialisti. Crediamo nella trasparenza nel trattare con i nostri pazienti e nel diritto di formarsi un'opinione basata su informazioni e analisi.

Se desiderate essere trattati secondo il protocollo con Escozul® dovrebbe sapere quanto segue: il Escozul® è un prodotto che stiamo ancora studiando, comprese le sue altre proprietà come analgesico e antinfiammatorio, quindi non è un prodotto commerciale, cioè non può essere venduto. Ogni caso che vuole essere incluso nel nostro protocollo deve essere valutato e approvato come il Escozul® non è efficace in tutti i tipi di tumore. Una volta approvato, il paziente e i suoi familiari devono accettare di mantenere contatti regolari con il nostro team medico.

Per entrare nel protocollo è necessario inviare una mail a: servicios@lifescozulcuba.com indicando l'età del paziente, il tipo di cancro e lo stato fisico ed emotivo del paziente. Questo è il primo passo, e uno specialista si occuperà del caso. Il nostro tempo di risposta è di un'ora o due, poiché ogni caso viene risolto personalmente, non automaticamente. l'idea è che la comunicazione che stabiliamo sia sempre governata da un trattamento professionale e umano.

Preparato dal Gruppo LifEscozul® Luglio/2018

Documenti medici

LifEscozul® - Y.B.P. - Cancro del timo